Home

Psicologia e coronarie

Personalità coronarica

Emozioni e salute

Rabbia, aggressività e ostilità

Ansia

Depressione

Strategie di intervento


Informazioni sul sito e contatti
 

Ma cos'è questa Psicocardiologia?

È Psicocardiologia quando un infarto ti ha colto di sorpresa e dopo ti senti un sopravvissuto, che aspetta con angoscia (o facendo finta di niente) che arrivi il prossimo infarto.

È Psicocardiologia quando hai dei sintomi che ti fanno pensare al cuore, ma non vai dal medico per paura di quello che ti dirà.

È Psicocardiologia se hai abitudini di vita dannose per il cuore, però sei stanco di sentirti colpevolizzare da quelli che sanno solo dirti: «Devi smettere!».
Questa volta vuoi darci un taglio e vuoi sapere come fare.

È Psicocardiologia se cerchi di convincerti che il tuo colesterolo alto e la tua pressione alta siano genericamente un “rischio”, e non ci pensi. Il problema è che sei già un malato, di malattie già gravi in sé medesime, che conducono sicuramente a problemi coronarici.

È Psicocardiologia se ti riconosci nella seguente vignetta:
– «Dottore, ora che soffro anche d’ipertensione e colesterolo alto, è ora di perdere chili: deve assolutamente scrivermi una dieta».
– «Io gliela scrivo, ma poi la deve fare, e per sempre! Cioè lei deve cambiare completamente abitudini alimentari! Altrimenti si tratterà di un risultato utile solo temporaneamente all’estetica, ma non alla salute».
– «Eh! Dite tutti la stessa cosa; ma io non ci riesco! E allora …?».

È Psicocardiologia se hai il presentimento che quelle emozioni negative persistenti, che fanno parte del tuo carattere, prima o poi ti faranno ammalare. Hai ragione! Sia perché esse modificano di per sé le pareti dei tuoi vasi, agendo attraverso complicati meccanismi fisiologici, sia perché ti portano a comportarti in maniera non “cardiosalutare”, con abitudini che sono diventate così radicate negli anni, che è difficile, da soli, modificarle. Un infartuato su due non ha il colesterolo alto…: ti sei chiesto perché?

È Psicocardiologia se oramai ti hanno diagnosticato un problema coronarico e riconosci che quella tua ostilità, quella rabbia, quell’aggressività, che fanno così parte di te, hanno in qualche modo a che fare con lo stato attuale delle tue coronarie. E ti domandi che puoi fare per non continuare a danneggiarle.

Lo stress della vita è la vita stessa. Vale a dire che lo stress è certamente costituito da tutti gli eventi della tua esistenza, … e quelli non li puoi cambiare! Ma la reazione di stress è legata a come li percepisci e a come ti ci adatti. Quindi, mentre non puoi modificare l’ambiente intorno a te, puoi, però, diminuirne la capacità di farti del male, migliorando le tue capacità di adattamento. Anche questo è Psicocardiologia.

Rifletti un attimo! Perché, dopo tanta informazione e tante campagne di prevenzione, la gente è ancora soprappeso, fumatrice, sedentaria, e continua a fare le stesse cose in maniera stereotipata, pur sapendo di danneggiare la propria salute?
È Psicocardiologia se te lo chiedi anche tu e ti convinci sempre più che non ti basta una prescrizione e una pacca sulla spalla, ma vuoi essere aiutato a dare uno sguardo ai tuoi meccanismi mentali, che hanno promosso, consolidato e perpetuato la tua condizione attuale.

 
 
 

Sito a cura del Prof.
Francesco Di Lello
Cardiologo e Psicoterapeuta

– Psicoterapia
– Counselling
– Gestione dello stress
– Test di Rorschach